Il meccanismo dei certificati bianchi in dettaglio

La prima parte di una descrizione approfondita del meccanismo dei certificati bianchi predisposto per Legislazione Tecnica. L’articolo è stato chiuso prima dell’emanazione della bozza di quello che poi è diventato il D.M. 28 dicembre 2012, per cui si consiglia la lettura di quest’altro articolo al fine di prendere visione delle novità (in attesa della seconda parte).

Pubblicato su Quaderni di Legislazione Tecnica n. 4/2012.

Certificati bianchi: nuove regole

Pubblicato su: www.informatoreagrario.it/ita/Riviste/Infoagri/Index.asp.

I certificati bianchi sono il principale schema di promozione dell’efficienza energetica in termini di obiettivi nazionali e di risparmi cumulati. Lo schema è diverso da un classico incentivo in conto capitale o in conto energia per l’installazione di una tecnologia. La realizzazione di un intervento non dà infatti diritto a una somma di denaro, ma a un numero di certificati bianchi collegato al risparmio energetico associato al progetto realizzato. Questi possono essere venduti in un apposito mercato – e qui sta l’incentivo –, ma il prezzo può variare e dunque manca la certezza dei flussi di cassa che caratterizza ad esempio un conto energia. Continue reading →

Un anno decisivo per il sistema dei Certificati bianchi

L’emanazione (in extremis) del decreto ministeriale sugli obiettivi 2013-2016 del sistema dei Titoli di efficienza energetica è solo il primo necessario passo per lo sviluppo del potenziale del meccanismo. Molte sono le novità positive contenute nel decreto, ma ancora più importanti saranno, quest’anno, il passaggio di consegne al Gse e la definizione delle nuove linee guida che potranno entrare in vigore dal 2014. L’analisi delle nuove disposizioni e le prospettive per il futuro in questo approfondimento di Dario Di Santo, direttore della Fire.

Pubblicato su: www.staffettaonline.com/articolo.aspx?ID=111998.

Appena in tempo per non creare stop obbligati è uscito il D.M. 28 dicembre 2012 di determinazione dei nuovi obiettivi di risparmio per il quadriennio 2013-2016 e di potenziamento del meccanismo dei certificati bianchi (TEE). Rispetto allo schema presentato alle Regioni la variazione principale riguarda l’incremento dei target per i distributori obbligati. Per il resto vengono riconfezionati alcuni commi un po’ posticci e aggiunte le definizioni. Continue reading →

Decreto certificati bianchi, un provvedimento ponte

Nel 2013 una consultazione porterà alla definizione di nuove linee guida che entreranno in funzione nel 2014. Ma nel frattempo ci sarà il cambio della guardia fra l’AEEG e il GSE come soggetto gestore dello schema. Come comprendere gli obiettivi indicati. Tutte le novità del meccanismo spiegate da Dario Di Santo, direttore della FIRE.

Pubblicato su: http://www.qualenergia.it/articoli/20121213-cosa-dice-il-nuovo-decreto-sui-titoli-di-efficienza-energetica.

Il Ministero dello sviluppo economico (MSE) ha inviato alla Conferenza unificata per il necessario parere lo schema di decreto di revisione del meccanismo dei certificati bianchiche ha il compito di traghettare il sistema verso una nuova fase, tenendo conto dell’introduzione lo scorso anno delcoefficiente di durabilità (ossia il coefficiente che aumenta i certificati riconosciuti al singolo intervento in funzione della vita tecnica dell’impianto, più noto al pubblico come tau). Continue reading →