Il meccanismo dei certificati bianchi in dettaglio

La prima parte di una descrizione approfondita del meccanismo dei certificati bianchi predisposto per Legislazione Tecnica. L’articolo è stato chiuso prima dell’emanazione della bozza di quello che poi è diventato il D.M. 28 dicembre 2012, per cui si consiglia la lettura di quest’altro articolo al fine di prendere visione delle novità (in attesa della seconda parte).

Pubblicato su Quaderni di Legislazione Tecnica n. 4/2012.

Qualche considerazione sul Rapporto annuale efficienza energetica

Alcune considerazioni sul Rapporto annuale sull’efficienza energetica dell’ENEA, fra dati statistici non proprio affidabili, una situazione non ottimale e obiettivi da raggiungere lontani, ma interessanti.

Tratto da: http://www.formiche.net/2013/02/26/considerazioni-sul-rapporto-annuale-efficienza-energetica

Il recente Rapporto annuale sull’efficienza energetica (RAEE 2011) dell’ENEA, che prende in esame la situazione nell’anno 2011 e l’evoluzione delle principali grandezze negli ultimi anni, fornisce alcuni spunti interessanti. Continue reading →

Primo, riqualificare il patrimonio pubblico

Le carceri fanno parte di quel patrimonio di edilizia pubblica da cui partire per diminuire i consumi energetici. Ne abbiamo parlato con Dario Di Santo, direttore della Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia (FIRE).

Tratto da: La nuova ecologia.

Le nuove direttive dell’Ue sull’efficienza energetica affidano un ruolo di esempio agli edifici degli enti pubblici. Qual è la situazione del parco immobiliare pubblico in Italia?

Esiste una forte carenza di dati sul numero e sullo stato di conservazione degli edifici pubblici. I dati forniti dal Centro ricerche economiche sociali di mercato per l’edilizia e il territorio (Cresme), indicano 13.581 uffici e 51.904 scuole per un totale di 96 milioni di metri quadrati. L’anno di costruzione, analizzato per le scuole, vede una percentuale di edifici precedenti gli anni ‘80 pari al 70%. Questo dato preoccupa perché il costruito precedente alla legge 373 del 1976 segue criteri per nulla attenti agli aspetti energetici.

Continue reading →