Obbligo diagnosi per le imprese: meglio viverlo come opportunità

Entro il 5 dicembre molte imprese devono presentare una diagnosi energetica dei propri stabilimenti produttivi. Un obbligo che molti sembrano non aver compreso ma che può essere un’opportunità per le aziende: è il primo passo per ridurre sprechi e rendere l’impresa più competitiva.

Pubblicato su: www.qualenergia.it.

La scadenza del 5 dicembre sull’obbligo per le grandi imprese e gli energivori di realizzare una diagnosi energetica presso i propri siti, in attuazione della direttiva sull’efficienza energetica, si avvicina rapidamente. L’impressione – tratta dal dialogo con operatori di settore e imprese – è che un numero non trascurabile di imprese non abbia ancora compreso che l’obbligo le riguarda e che sono previste sanzioni per gli inadempienti e che non pochi soggetti fra quelli che si sono attivati vedano l’adempimento con l’ottica del meno spendo meglio è. Confidando che le associazioni di imprese, Confindustria in testa, si adoperino per continuare a segnalare quanto prevede il D.Lgs. 102/2014, conviene spendere due parole sul perché valga la pena di affrontare l’obbligo in un’ottica positiva.

Continue reading →

TEE: un’occhiata alle esperienze europee

In vista della revisione delle linee guida dello schema dei certificati bianchi, la FIRE ha ritenuto utile condividere, nel corso del workshop FIRE “TEE: soluzioni europee a confronto”, gli elementi principali dei meccanismi equivalenti disponibili in Europa, basandosi sui rapporti messi a disposizione dal progetto ENSPOL, di cui la Federazione è partner italiano. Di seguito è disponibile il mio intervento sul tema.

Video dell’intervento: www.periscope.tv/w/1RDGlVeavwlxL.
Durante l’incontro si è parlato in dettaglio delle nuove linee guida proposte dal Ministero dello sviluppo economico, dei risultati conseguiti fino a giugno 2015 ed è stato illustrato il rapporto FIRE “Produzione industriale efficiente: esempi tratti dallo schema dei certificati bianchi”.

Report FIRE: produzione industriale efficiente

Pubblicato il rapporto FIRE “Produzione industriale efficiente: esempi tratti dallo schema dei certificati bianchi”, che illustra in schede sintetiche alcuni degli interventi di efficientamento energetico più interessanti realizzati negli ultimi anni e presentati nell’ambito del meccanismo dei TEE. Il rapporto punta a stimolare la realizzazione di iniziative simili nel settore industriale, sfruttando l’uso efficiente dell’energia come leva per la competitività.

Il rapporto è disponibile sul sito FIRE: www.fire-italia.org.

Recuperi termici nell’industria

I recuperi termici rappresentano un’importante opportunità di intervento nell’industria. Il Cesef ha organizzato un tavolo di lavoro per ragionare sul collegamento fra le soluzioni tecnologiche disponibili per sfruttare l’energia termica di scarto e lo schema dei certificati bianchi e la FIRE ha collaborato all’organizzazione introducendo la tematica e i punti di discussione rilevanti. Qui è disponibile la mia presentazione.

Risorse per riqualificare la P.A. e intervenire sul territorio

Gli enti locali presentano un doppio ruolo: gestori del proprio patrimonio e promotori di interventi sul territorio. Come sfruttare le risorse disponibili per rispondere a queste esigenze è stato il tema trattato nella presentazione illustrata al workshop organizzato da FIRE in collaborazione con Regione Piemonte, ENEA e GSE nell’ambito del progetto Enspol il 3 luglio 2015.

Atti del workshop disponibili su www.fire-italia.org.