I benefici dell’efficienza energetica e della cogenerazione

La cogenerazione, il teleriscaldamento e i recuperi di calore sono uno dei fondamenti delle politiche energetiche comunitarie improntate alla gestione efficiente delle risorse. Pur essendo soluzioni mature, rimane alto il potenziale di crescita, specie nel terziario e nell’industria, come mostra lo studio del GSE sul potenziale. Di interesse inoltre l’analisi a livello territoriale, volta a cogliere le sinergie fra domanda e offerta di calore ed elettricità a livello locale. Per trarre i massimi benefici, oltre ad avere una domanda termica ed elettrica idonee, occorre saper valutare gli effetti delle variazioni dei prezzi sul mercato e delle trasformazioni legislative sui business plan. È inoltre fondamentale valutare sempre prima la riduzione degli usi termici ed elettrici, in modo da dimensionare correttamente i cogeneratori. Ne ho parlato all’incontro organizzato da Universal Sun venerdì 8 aprile.

Continue reading →

Consultazione UE sulla direttiva efficienza energetica

In vista del possibile aggiornamento – o recast – della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, mirato a potenziarne l’effetto, si è svolta negli scorsi mesi una consultazione a livello europeo. La FIRE ha partecipato al processo presentando una serie di osservazioni sugli articoli in discussione, che coprivano solo una parte dei temi affrontati dalla direttiva. Al di là dei commenti inviati, ritengo che un Paese come il nostro – che dell’efficienza energetica ha sempre fatto, più o meno consapevolmente, una priorità a causa della nota scarsità di risorse – dovrebbe vedere una maggiore partecipazione dei portatori di interesse a questo tipo di iniziative, e ancor più alle iniziative dedicate alle Istituzioni che si terranno nei prossimi mesi. Non farlo significherà subire un provvedimento che dovremmo invece guidare in virtù delle esperienze fatte e dei risultati ottenuti.

Pubblicato su Qualenergia.

A fine gennaio si è chiusa la consultazione pubblica per la nuova versione della direttiva sull’efficienza energetica 2012/27/UE dopo circa tre anni dalla sua pubblicazione (il 10 febbraio si chiuderà quella sulle fonti rinnovabili). Attraverso la consultazione, alla quale hanno potuto partecipare tutti gli stakeholder e i cittadini interessati, la Commissione ha voluto raccogliere spunti e suggerimenti per la nuova direttiva che dovrebbe essere pubblicata nella seconda metà del 2016.

Continue reading →

ISO 50001 in Italia

L’articolo pubblicato su La Termotecnica illustra sinteticamente i risultati di un’indagine sull’applicazione dei sistemi di gestione dell’energia in Italia condotta da FIRE e l’Università La Sapienza fra il 2014 e il 2015. La crescita di questo importante strumento, promosso anche dalla direttiva sull’efficienza energetica, aiuterà le imprese e gli enti a cambiare l’approccio alla gestione delle risorse e a accelerare il cammino verso la strategia degli 1,5 °C.

Pubblicato sul numero di novembre 2015 de La Termotecnica.

covertermotecnicasge

Enermanagement: finanziare l’efficienza energetica

La presentazione introduttiva alla sessione di Enermanagement sugli strumenti per finanziare l’efficienza energetica. Oltre a illustrare i principali modelli di business collegati all’efficienza energetica, ho parlato degli elementi abilitanti, necessari per sbloccare il finanziamento tramite terzi, delle tipologie di finanziamento disponibili e dell’evoluzione in corso, e dell’importanza di puntare anche su ricerca e sviluppo, elementi chiave per raggiungere gli obiettivi indicati dalla COP21 per mitigare i cambiamenti climatici.

Continue reading →

Enermanagement: produttività energetica

L’energia può essere una forte leva di business per le imprese quando si comprendono i benefici che può apportare in termini di value proposition e di miglioramento del prodotto e delle performance aziendali. Nella presentazione introduttiva della sessione sulla produttività energetica di Enermanagement ho illustrato le opportunità in tal senso, alcuni esempi e l’evoluzione della figura dell’energy manager verso un approccio integrato di gestione delle risorse su tutte le fasi della produzione, sulla progettazione di beni e servizi, e sugli approvvigionamenti.

Continue reading →