Decreto certificati bianchi, un provvedimento ponte

Nel 2013 una consultazione porterà alla definizione di nuove linee guida che entreranno in funzione nel 2014. Ma nel frattempo ci sarà il cambio della guardia fra l’AEEG e il GSE come soggetto gestore dello schema. Come comprendere gli obiettivi indicati. Tutte le novità del meccanismo spiegate da Dario Di Santo, direttore della FIRE.

Pubblicato su: http://www.qualenergia.it/articoli/20121213-cosa-dice-il-nuovo-decreto-sui-titoli-di-efficienza-energetica.

Il Ministero dello sviluppo economico (MSE) ha inviato alla Conferenza unificata per il necessario parere lo schema di decreto di revisione del meccanismo dei certificati bianchiche ha il compito di traghettare il sistema verso una nuova fase, tenendo conto dell’introduzione lo scorso anno delcoefficiente di durabilità (ossia il coefficiente che aumenta i certificati riconosciuti al singolo intervento in funzione della vita tecnica dell’impianto, più noto al pubblico come tau). Continue reading →

Le ESCO: società di servizi votate all’efficienza energetica

In diversi provvedimenti legislativi recenti collegati all’energia si parla di ESCO e la nuova direttiva sull’efficienza energetica, la 2012/27/UE le promuove considerandole uno strumento fondamentale per raggiungere gli obiettivi al 2020. Ma cosa sono?

L’idea di base è che un intervento di miglioramento dell’efficienza energetica riducendo i consumi garantisce un risparmio economico in grado di ripagare l’investimento iniziale. Una ESCO è una società che sfrutta questa possibilità per offrire servizi energetici integrati, proporre contratti a prestazioni garantite il cui canone è collegato ai risparmi energetici conseguiti (energy performance contracting – EPC) e operare con il finanziamento tramite terzi (FTT), o provvedendo in proprio al finanziamento dell’intervento, o facilitando l’accesso al credito al cliente attraverso appositi contratti con le banche. Continue reading →

Alti e bassi fra mattina e sera

È interessante vedere come vecchie e nuove pulsioni si agitino nel quotidiano.

Pubblicato su: www.formiche.net.

Ieri ho partecipato a due eventi dedicati all’energia: il rapporto dell’Energy strategy group del Politecnico di Milano e il convegno “Osservatorio energy management” organizzato dal Gruppo 24 Ore.

Nel primo, al di là dell’interessante rapporto e degli interventi che hanno offerto diversi spunti alla platea, mi ha colpito un intervento del moderatore della prima sessione, che ha ritenuto opportuno commentare i dati tratti dal rapporto sulla certificazione delle competenze degli esperti in gestione dell’energia (EGE) mettendo in discussione la credibilità del sistema di certificazione (“si certificano gli amici degli amici”). Insinuare che un ente di parte terza che opera in accordo con norme internazionali (in questo caso la norma ISO 17024) ed è accreditato da Accredia con verifiche rigorose sulla base di regolamenti trasparenti e pubblici possa rilasciare titoli fasulli è come dire che i diplomi di laurea non sono credibili perché qualcuno di essi è stato rilasciato in modo allegro da facoltà poco serie. Sarebbe pericoloso, oltreché senza senso. Continue reading →

Il conto termico e gli incentivi all’efficienza energetica

Con il decreto sulle rinnovabili termiche l’efficienza energetica ha un altro strumento di incentivazione. Nel conto energia diverse novità positive e, in attesa della riforma dei certificati bianchi, il quadro sembra incoraggiante. L’opinione di Dario Di Santo, direttore di FIRE, Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia.

Pubblicato su: www.qualenergia.it/articoli/20121121-il-conto-termico-e-gli-incentivi-all-efficienza-energetica.

La strategia energetica nazionale (SEN) attualmente in consultazione presso il portale del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) pone l’efficienza energetica come priorità numero uno e prevede quattro strumenti di supporto:

  • gli standard minimi obbligatori
  • i certificati bianchi (rivolti principalmente al settore industriale, ma anche al terziario e al residenziale)
  • le detrazioni fiscali (fondamentalmente dedicate al residenziale)
  • una nuova forma di incentivazione mirata alla pubblica amministrazione e al residenziale prevista dal D.Lgs. 28/2011. Continue reading →